top of page

"Anche le stelle si sbagliano" di Cinzia La Commare


In #collaborazione con Queen Edizioni, oggi vi parlo di "Anche le stelle si sbagliano" di Cinzia La Commare, un nuovo romance tutto italiano pubblicato il 9 Ottobre 2023.

"Anche le stelle si sbagliano" di Cinzia La Commare

  • Numero di pagine: 265

  • Formato: Ebook

  • ISBN: /

  • Prezzo: € 2,99

  • ⭐⭐⭐⭐⭐

 
E' comodo dare la colpa alle stelle quando qualcosa non va come vorremmo, però non sono loro a determinare il nostro destino, siamo soltanto noi, le decisioni che abbiamo o non abbiamo il coraggio di prendere.

Aries Schneider è una studentessa universitaria della facoltà di Sociologia a Bologna ed è finalmente ad un passo dalla laurea. Per la sua tesi ha deciso letteralmente di "affidarsi alle stelle": uno studio statistico sull'astrologia, sull'oroscopo e su come questo possa influenzare la vita delle persone che lo seguono costantemente. E' un argomento che le sta particolarmente a cuore perché sua madre ha affidato la sua intera vita a seguire l'oroscopo, iniziando con lo sposare l'uomo perfetto secondo le stelle e arrivando persino a dare il nome del segno di nascita a sua figlia. Aries, dunque, struttura la sua tesi di laurea, includendo nel progetto un'intervista con il più famoso astrologo della TV: Nicolò Bravi.

Se tu non fossi tu e io non fossi io, potresti essere la donna della mia vita.

Nicolò è conduttore radio su Radio DiMondi e televisivo in un programma RAI chiamato La Piazzola, molto seguito in tutta Italia, è carismatico e sicuro di sé, veramente bellissimo e attraente, ma è un imbroglione: inventa il suo oroscopo di sana pianta, senza affidarsi a studi specifici o altro. Il problema del ragazzo è che rivela il suo segreto nero su bianco in chat, dunque Aries riesce in qualche modo a ricattarlo: se lui l'aiuterà a concludere la tesi, lei cancellerà la chat incriminante. Tra i due inizia una sorta di relazione professionale che pian piano si sposta sempre più sul piano personale, intimo.

Quanto mi piacerebbe chiuderle quella bella bocca con un bacio arrogante e sfacciato come lei! E per arrivare a un pensiero del genere, così insistente, è chiaro che non mi sono ancora ripreso dall''aria di festa e dalla notte all'addiaccio per cui ho la cervicale a pezzi.

Lei è Ariete, testarda, istintiva, passionale, mentre lui è Sagittario, un segno che potrebbe incastrarsi perfettamente con quello di lei. I due sembrano perfetti sulla carta, ma le loro credenze li portano a scontrarsi più e più volte, a odiarsi quasi, o forse negano soltanto ciò che provano l'uno per l'altra… Tra le cornici di due splendide città italiane, Roma e Bologna, i due sfideranno addirittura le stelle pur di capire i loro sentimenti.

 
La verità è che l'essere umano ha bisogno di credere e aggrapparsi a qualcosa che gli dia delle certezze. Per qualcuno è l'oroscopo, per altri è una divinità, per la maggioranza è l'amore. Nove su dieci ammettono di crederci.

Mi sono innamorata di questo romanzo, complici le ambientazioni in due delle città che più amo in Italia, l'ho letto in un paio di sere e mi sono appassionata alla storia dei due protagonisti, lontani all'apparenza come il Sole e la Luna. Aries è una ragazza a tratti molto particolare e a tratti molto semplice, all'inizio emerge il ritratto di una tipica giovane universitaria con i soliti problemi di quella vita: ritardi con i controlli della tesi, con il relatore, amiche più o meno invadenti, genitori più o meno assenti. Ciò che la rendono particolare, invece, sono alcuni suoi tratti somatici, come i capelli rossi e gli occhi color acquamarina descritti perfettamente da Nicolò, il suo nome Aries derivante dal suo segno zodiacale, la sua totale disillusione verso l'amore e la vita in generale.

Sono così abituata a fallire che sembro nata per risalire, solo che non ho ancora capito come si fa.

Mi è sembrata una ragazza veramente matura, forse troppo per la propria età, poco indulgente e poco aperta a nuove avventure, nonostante il suo segno impulsivo e istintivo, per questo Nicolò la sconvolge, la smuove e in qualche modo la stuzzica. Aries resta più rigida rispetto al ragazzo, lui si lascia spesso andare a battute, a "pavoneggiamenti", a lusinghe e complimenti, senza nulla togliere a se stesso, presuntuoso e sicuro di sé com'è. Nicolò è affascinante, cattura l'attenzione e sa di essere in grado di farlo, persino noi lettori ne rimaniamo estasiati. Lui sembra lasciarsi andare maggiormente all'attrazione, ai sentimenti, alla chimica che c'è tra loro.

Sto precipitando verso il suo viso, i nostri nasi si sfiorano, mi basterebbe una mossa per arrivare alle sue labbra e prendermi quel fottuto bacio per cui sto rischiando l'infermità mentale.

Se non fosse per due concezioni completamente diverse sull'oroscopo e l'astrologia, i due sarebbero veramente perfetti insieme. Fin da subito notiamo la loro alchimia, notiamo il loro andare d'accordo, scambiarsi battute, gesti, occhiate più o meno sensuali e tanto altro. Ma naturalmente entrambi hanno un compito da svolgere: lei la sua tesi, lui cercare di non affondare per delle confessioni in chat. Entrambi si lasciano andare a racconti personali, entrando l'uno nella vita quotidiana dell'altra, ma fidarsi, specialmente per lei, resta quasi impossibile.

[...] al contrario di Aries che sembra divertirsi parecchio da quando è uscita dalla mia vita così come ci era entrata: con la forza di un boomerang che mi ha colpito in piena fronte in un momento in cui ero distratto, e ora mi fa male la testa, lo stomaco, il cuore.

Lui si affeziona e si mette in discussione pur di diventare l'uomo che lei vuole e merita, lei invece nasconde i propri sentimenti a lui, a sua madre, alle sue amiche e persino a se stessa pur di non dargliela vinta. E' un gioco di provocazioni e di veri e propri tentativi di sabotaggio e autosabotaggio, sia per lei che per lui. Una storia d'amore che aveva tutte le carte per essere molto semplice fin dal primo incontro dei due protagonisti, trasformata quasi in una tragedia greca. Sono le loro fragilità a bloccarli e fregarli, ad allontanarli da ciò che effettivamente vorrebbero a livello sentimentale. Le loro fragilità, però, non riescono a bloccare la loro spiccata alchimia sessuale che, purtroppo o per fortuna, li "costringe" a diversi incontri bollenti, per cui noi lettori abbiamo sicuramente esultato.

E invece è proprio da lì, dal primo incontro che succede, l'amore arriva dopo, e pensa che idiota!

Ciò che ho apprezzato tanto sono le descrizioni dei luoghi e delle ambientazioni, come abbiamo già detto di Bologna e Roma. Sono due città che amo particolarmente e a cui sono affezionata, che conosco a tratti e per motivi diversi e che ho imparato ad apprezzare negli anni, per questo sono rimasta piacevolmente sorpresa dei viaggi in macchina e in Vespa sui colli bolognesi e vicino alla camminata di San Luca, del racconto sulla finestrella sul Canale delle Moline e di tanti altri dettagli che hanno arricchito il racconto.

Nessun'altra rossa di fuoco riuscirà mai a fare colpo su una donna quanto una Vespa che sfreccia per i colli bolognesi.

Sono tanti i riferimenti a canzoni e citazioni, ma sicuramente il lavoro più importante è stato fatto sull'astrologia e i segni dello zodiaco, su tutte le connessioni tra di essi, sull'oroscopo e ciò che lo riguarda. Specialmente sul finale, capiamo tutta la passione di Nicolò per il suo lavoro e ciò ci viene descritto con minuziosa attenzione ai dettagli. Infine, il doppio punto di vista ci permette di entrare nella mente dei due personaggi, rispettandoli dall'inizio alla fine come opposti che alla fine, come racconta il famoso detto, si attraggono come calamite. Unica nota negativa, a mio avviso, è stata il finale, che non mi ha stupita particolarmente, anzi mi ha lasciato l'amaro in bocca.

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page