top of page

"From a distant star" di Karen McQuestion


In #collaborazione con Queen Edizioni, oggi partecipo al Review Party di "From a distant star" di Karen McQuestion, pubblicato il 9 Maggio 2023.

"From a distant star" di Karen McQuestion

  • Numero di pagine: 336

  • Formato: Libro - Brossura

  • ISBN: 9788892890954

  • Prezzo: € 12,90

  • ⭐⭐⭐⭐⭐

 
Tutto l'universo è collegato, sai. Ogni essere vivente è parte del tessuto cosmico e l'energia è connessa in ogni sua parte. Sento qualcosa di imminente che riguarda il tuo ragazzo. Un disturbo nella forza, non è così che lo chiamano?

Emma è una ragazza tenace, sveglia, intelligente, brillante. Ma soprattutto Emma non ha mai perso la speranza che il suo altrettanto intelligente e brillante fidanzato possa svegliarsi e guarire dal cancro. Lucas aveva tutta la vita davanti, prima che il cancro lo costringesse a letto e lo portasse ad un coma irreversibile. Una sera, però, le cose cambiano drasticamente: Emma sente un forte rumore nel giardino, come di uno schianto, e pochi minuti dopo Lucas si sveglia inspiegabilmente, ritorna a muoversi, parlare, bere, persino a camminare.

Avevo pensato che si sarebbe mosso più lentamente, o che non sarebbe stato perspicace come un tempo, ma quella era proprio un'altra cosa. Era come se stesse imparando a essere Lucas, da zero. Quanto ci sarebbe voluto affinché tornasse in sé completamente?

La famiglia di Lucas è incredula, ma pensa ad un miglioramento prima della sicura dipartita, mentre Emma sa la verità, o forse non proprio. Esami, test, indagini, tutto sembra avere un'unica certezza: Lucas Walker è guarito miracolosamente dal cancro. Emma, però, inizia ad insospettirsi, perché sicuramente il corpo è di Lucas, ma la mente e l'anima non lo sono. Cos'è successo esattamente al ragazzo che amava e che ama ancora così incessantemente?

In quello stato, era un campo energetico noto come bioplasma: un insieme di ricordi, emozioni e processi cognitivi.

Il nuovo Lucas capisce che Emma è la sua persona, si fida di lei e si confida con lei, al punto da confessarle tutta l'incredibile verità. Grazie anche a Eric, fratello di Lucas, i due ragazzi intraprendono un viaggio verso la soluzione al problema, ma quel viaggio diventa tortuoso, difficile a volte, più semplice altre. Incontrano sulla loro strada vecchi nemici e nuovi complici, si conoscono sempre più fino a volersi bene e arrivano alla loro meta, ma non è tutto come sembra e diventerà una vera e propria questione di vita o di morte.

 
Non puoi odiare o temere ciò che comprendi.

Solitamente leggo per la CE di grandi storie d'amore, complicate fino all'inverosimile, ma sono più che altro appunto romance e fantasy/romance. In questo caso parliamo di un romanzo fantascientifico adolescenziale, in cui l'amore c'è, ma risulta essere presente soltanto come spinta ad andare avanti, spinta al sapere e alla soluzione del "problema". Emma ci parla in prima persona, per questo sappiamo fin dai primi istanti dei suoi dubbi nei confronti di Lucas.

Conoscevo Luca. Conoscevo ogni singola cellula del suo corpo. Ogni pensiero nella sua testa, ogni emozione nel suo cuore. Un tempo, le nostre anime erano state intrecciate, ma non lo percepivo più.

Il ragazzo sembra un droide, una macchina in grado di apprendere parole, azioni, pensieri nell'immediato, non è più Lucas. Infatti, poco dopo scopriamo la verità sul suo conto, cioè la scoprono sia Emma che Eric, perché lo strano ragazzo sa di potersi fidare di loro, sa che loro lo aiuteranno pur di riottenere indietro colui che amano. Lucas racconta la propria verità senza mezzi termini ed è qualcosa di incredibile, difficile da accettare per Emma, estremamente facile da capire per un ragazzo come Eric.

Fidati, non è pericoloso. Dobbiamo aiutarlo, altrimenti non tornerà mai a casa e noi non rivedremo Lucas.

Adesso, purtroppo, per analizzare al meglio il romanzo, dovrò svelare un po' di trama. Nel corpo di Lucas c'è un alieno, un essere proveniente da un altro pianeta, che per comodità Eric decide di chiamare Scout. L'alieno era in missione quando la sua navicella è stata colpita e lui, invece di morire come i suoi compagni, ha deciso di salvarsi finendo appunto nelle vicinanze della casa di Lucas. Scout avrebbe dovuto perlustrare proprio il pianeta Terra, ma le cose gli sono andate male, oppure possiamo dire gli siano andate meglio di come sperasse?

Era una galassia assurda, confusa, e Scout era un'anima perduta che cercava semplicemente di tornare a casa. Mentre io ero la persona che avrebbe potuto aiutarlo. Ma c'era di più. Adesso, quando lo guardavo, vedevo altro rispetto all'estraneo che si era impossessato del corpo di Lucas.

Eric organizza dunque il viaggio che porterà Emma e Scout verso un luogo da cui, presumibilmente, Scout potrà tornare verso il suo pianeta. Ma questo viaggio non è soltanto fisico: i due intraprendono un vero e proprio viaggio tra le loro due differenti culture. Se da un lato c'è Emma, terrestre, con sentimenti, parole, emozioni, azioni e corpi, male e bene, dall'altro c'è Scout che non capisce i sentimenti, non capisce il dolore e non capisce il male che l'uomo infligge al prossimo.

Tutto poteva influenzare il loro umore: le brutte notizie, il clima, la musica. Un acquazzone rendeva felice un umano e ne intristiva un altro. Una certa canzone poteva condurre una persona alle lacrime, mentre un'altra l'avrebbe a malapena notata. E non c'era nulla di prevedibile, da quanto aveva capito.

I due si confrontano, capiscono a fondo i sentimenti reciproci, scoprono di essere due anime a metà, perché le corrispondenti metà sono altrove o nascoste. E fanno un patto: Scout ritornerà al suo pianeta e si ricongiungerà alla sua persona, Emma ritroverà il vero Lucas che guarirà per sempre. Come in ogni bella storia che si rispetti, i due avranno nemici e amici, persone pronte a ostacolarle e altre che crederanno loro a occhi chiusi, senza fare particolari domande, fidandosi e basta.

Eravamo due persone distrutte che cercavano conforto l'uno nell'altra. Nessuno dei due aveva scelto di imbarcarsi in quella follia; tuttavia, eravamo lì insieme, cercando di ottenere il meglio dalla situazione.

Scout si ritrova a provare sentimenti, a sfruttare le situazioni in base al proprio tornaconto, a somigliare agli uomini, a divertirsi. Agli occhi di Emma risulta dolce, sensibile, molto particolare, al punto da confondere quasi i suoi sentimenti. E' strano come il punto di vista esterno, in questo caso, porti a cambiare totalmente la mentalità di una ragazza come Emma. In molti momenti mi sono trovata a ragionare esattamente come la protagonista, pensando, ad esempio, al perché l'uomo in alcune situazioni si comporti male o crei il dolore, al perché esiste una malattia come il cancro che porta alla morte di persone, uomini, donne, bambini.

E' un pianeta davvero disorentiante. Le persone credono cose che non sono vere su altre persone, solo per via del loro aspetto o in base al veicolo che guidano. Perché non potete aspettare e vedere come sono dentro, prima di prendere una decisione?

Un messaggio importante in queste poche righe: il pregiudizio è deleterio, uccide il prossimo esattamente come una coltellata. Scout permette a Emma di imparare così come la ragazza fa con l'alieno, senza aspettative l'uno sull'altra, senza quei pregiudizi da cui si distaccano entrambi. E' un romanzo sicuramente leggero, adatto ad adolescenti, senza scene crude o troppo pesanti, ma che apre la mente su vari temi: l'esistenza della vita oltre a quella del nostro pianeta, l'amicizia, l'amore, la malattia. Un romanzo che scorre veloce, che porta l'attenzione su uno dei milioni di possibili futuri che ci aspettano. Oppure no.

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page