top of page

"Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Haddon


Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” è un romanzo dello scrittore e poeta britannico Mark Haddon, pubblicato da @einaudieditore nel 2003.


Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” di Mark Haddon

  • Numero di pagine: 252

  • Formato: Libro - Brossura

  • ISBN: 9788806216122

  • Prezzo: € 12

  • ⭐⭐⭐⭐⭐

 
I numeri primi sono ciò che rimane una volta eliminati tutti gli schemi: penso che i numeri primi siano come la vita. Sono molto logici, ma non si riesce mai a scoprirne le regole, anche se si passa tutto il tempo a pensarci su.

Christopher Boone è un ragazzino di 15 anni affetto da sindrome di Asperger, un disturbo dello spettro autistico, e vive da solo con il padre, in quanto orfano di madre. Si ritrova improvvisamente in una situazione strana e nuova per lui: il cane della sua vicina, la signora Shears, viene improvvisamente trovato morto trafitto da un forcone. Christopher, dotato di grandi capacità logiche-matematiche e molto curioso, decide di svolgere delle indagini private per scoprire chi abbia ucciso il cane Wellington, nonostante il padre sia contrario.

Penso che le persone credano nell’aldilà perché detestano l’idea di morire, perché vogliono continuare a vivere e odiano pensare che altri loro simili possano trasferirsi in casa loro e buttare tutte le loro cose nel bidone della spazzatura.

Il ragazzo appunta ogni possibile pista su un quadernino che, però, un giorno viene ritrovato dal padre e viene nascosto. Christopher, allora, decide di andare a cercare il quadernino, ma scopre delle lettere inviate dalla madre, a quanto pare ancora viva e vegeta. In seguito, dopo uno scontro molto acceso con il padre riguardo proprio le lettere, il ragazzo scopre che è stato il padre ad uccidere il cane, prova paura e scappa per andare dalla madre.

La vita è difficile, sai. È maledettamente difficile dire sempre la verità. Qualche volta è impossibile. Voglio che tu sappia che ci sto provando, sul serio.

Quindi, si ritrova in un nuovo mondo, con una madre che ripresenta gli stessi problemi di quando l’aveva abbandonato per scappare con l’amante, il marito della signora Shears. Ma ciò non cambia niente, la paura del padre resta.

 
La matematica non è come la vita perché nella vita non esistono risposte chiare e dirette.

Questo romanzo per me è stato un colpo al cuore e l’ho letto tutto d’un fiato. Parte come un giallo, ma diventa qualcosa di totalmente introspettivo e inaspettato. Ti fa vivere le emozioni, le sensazioni e le paure di questo ragazzo. Christopher è totalmente consapevole di avere questa malattia, ma non riesce a capire le reazioni dei genitori e delle persone che lo circondano. Credo sia importante far leggere questo romanzo ai ragazzi, che molto spesso non riescono ad essere obiettivi nei riguardi delle persone più deboli di loro.

La gente parla molto senza usare le parole.
6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page