top of page

"Niente di buono" di Stevie J. Cole & LP Lovell


In #collaborazione con il blog Leggi, Sogna e Ama, oggi partecipo al Review Tour di "Niente di buono", secondo volume della serie "Dayton" di Stevie J. Cole & LP Lovell, uscito l'1 Novembre 2022 per Triskell Edizioni.

"Niente di buono" di Stevie J. Cole & LP Lovell

  • Numero di pagine: 370

  • Formato: Ebook

  • ISBN: 9791220704090

  • Prezzo: € 5,99

  • ⭐⭐⭐⭐

 

Il primo incontro: una sveltina nel retro di un van, mal riuscita perché interrotta prima che iniziasse. Tra Bellamy e Drew non corre buon sangue fin da subito. Lei è ricca e bellissima, proviene da una scuola e una vita che a Dayton la gente sogna soltanto. Lui, invece, è il re del liceo, l'intoccabile, il ragazzo più pericoloso e minaccioso di tutta Dayton, quello da non mettersi assolutamente contro. E mentre Bellamy non riesce a togliersi quel suo ghigno malefico dal viso, Drew inizia a capire che il pericolo la eccita in uno strano e imprevedibile modo.

Lo volevo e aveva ragione: non avrei dovuto. Quello andava oltre il fascino ribelle di un cattivo ragazzo. Sapevo che, quando avessi ceduto, mi avrebbe distrutta. Perché uno come lui con una come me...Be', era un disastro annunciato. Ed era quello il motivo per cui avevo stretto quell'accordo. Bianco e nero. Linee nette. Una notte. Non sarebbe riuscito a distruggermi dopo una sola notte, vero?

Iniziano le prime parolacce e battibecchi, poi una soffiata, una bugia mette Drew in mezzo agli affari di Bellamy e lui la fa licenziare da quell'orribile lavoro part-time. Lei inaspettatamente reagisce e da lì in poi tra i due ci sarà un rapporto di odio e amore che potrà finire terribilmente male o estremamente bene. C'è una scommessa in ballo, un'intesa che cresce e diventa giorno dopo giorno qualcosa di più. Una sola notte, dicevano, ma se non fosse bastata a nessuno dei due?

Poteva anche odiarmi, ma non riusciva a nascondere il fatto che era attratta da me. Proprio come io lo ero da lei.
 

Una volta iniziato a leggere questo libro, non sono riuscita a staccare gli occhi dalle pagine. Sono stata letteralmente rapita da questa storia, anche se forse è stata un po' troppo esplicita per i miei gusti, riguardando adolescenti liceali. Un ottimo esempio di "enemies to lovers", anche se forse nemici Bellamy e Drew non lo sono mai stati realmente. Drew è una ragazza sveglia, intelligente e sexy, è fin troppo per uno come Bellamy West. Il caratteraccio del re della Dayton non le piace per niente, ma il suo essere così volgare e spontaneo la eccita, la rovina, la scuote come mai nessuno ha fatto. E poi resta il ragazzo più bello e sexy che lei abbia mai visto.

Perché quelle come lei non chiedevano di meglio che farsi rovinare da un cattivo ragazzo. Avevo tutte le intenzioni di prendermi quell'invisibile corona da principessa e ammaccarne ogni gemma.

Bellamy è l'idolo e il terrore della scuola: le ragazze non vedono l'ora di passare una sera con lui, i ragazzi sono spaventati e cercano di non interferire in nessun modo e per nessuna ragione. Bellamy sa chi è, sa cosa può e non può fare, ma sa anche che, quando vuole una cosa, la ottiene, costi quel che costi.

Pensi che, se riuscissi a liberarti dal diavolo, l'inferno diventerebbe più tollerabile?

All'inizio si tratta di una semplice attrazione fisica tra due persone che non trovano niente di buono l'uno nell'altra. Ma la chimica innata che scopriamo tra i due protagonisti fa presagire che ci possa essere ben altro, che possa nascere qualcosa di importante. Ed è esattamente ciò che succede: i due ragazzi si innamorano senza neanche capirlo, senza sapere cosa farne con quest'amore prorompente e disarmante.

I suoi occhi rimasero fissi nei miei per un istante, poi mi prese il mento e mi baciò. Un bacio che non diceva che mi desiderava, ma solo che aveva bisogno di me. Il mio cuore si strinse.

I due pian piano scoprono che c'è di più di quanto fanno vedere all'esterno. Bellamy si scopre protettivo, affettuoso, generoso e fin troppo maturo per la sua età, dovendo compiere azioni poco raccomandabili per un ragazzo così giovane soltanto per aiutare la madre e il fratellino. Drew, invece, è solo una ragazza sola, cresciuta troppo presto a causa dell'assenza di due genitori che ormai non vanno d'accordo da tempo e che le mostrano affetto soltanto con regali costosi. Bellamy e Drew affrontano i loro demoni insieme, iniziano a far parte l'uno della vita dell'altra, finché non capiscono di essere diventati una dipendenza reciproca.

Drew era lì perché, proprio come me, odiava la situazione tanto quanto la trovava irresistibile. C'era qualcosa in lei che mi dava dipendenza, ed ero certo che fosse quello a mandarmi fuori di testa.

Al di là della storia tra i due protagonisti, di questo romanzo mi sono piaciute molto anche le scene con Arlo, fratellino di Bellamy, con l'innocenza e la spontaneità che soltanto un bambino può avere e mostrare. Ho apprezzato anche gli interventi di Nora, amica di Drew e vicina di casa di Bellamy, attenti e affettuosi nei confronti della ragazza, sempre e comunque sinceri. Un fuoco che brucia c'è tra i due, Bellamy lo sottolinea spesso con battute sconce e schiette, senza peli sulla lingua. I messaggi e le conversazioni sono quasi sempre hot, ma per ragazzi di Dayton cresciuti troppo in fretta con i metal detector all'entrata delle scuole sono la normalità.

A volte quei puntini luminosi mi aiutavano a ricordare che dalla distruzione poteva nascere qualcosa. E a volte quella era l'unica speranza a cui potessi aggrapparmi.

Un romanzo piccante, fin troppo spicy, che mostra come ogni coppia possa avere un lato più serio e un altro più privato e disinibito. Un libro che attira l'attenzione sulla violenza sulle donne, che la condanna sempre e la combatte con ogni mezzo. Un messaggio importante alla fine che emerge: chiunque, anche il ragazzo più problematico e scapestrato, cresciuto in un ambiente ostile, può riabilitarsi e uscire dai guai con il giusto aiuto e con l'amore di qualcuno a lui vicino.


8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page