top of page

"Descendens" di Alessandra Paoloni


In #collaborazione con il blog Tre Gatte Tra I Libri e con Delrai Edizioni, ho l'enorme piacere di parlarvi di "Descendens" di Alessandra Paoloni, primo romanzo della saga, per il blog tour in vista dell'uscita di "Imago" prevista per il 31 Marzo 2022.


"Descendens" di Alessandra Paoloni

  • Collana: Eltanin

  • Numero di pagine: 430

  • Formato: Libro - Brossura

  • ISBN: 9788899960506

  • Prezzo: € 16,50

  • ⭐⭐⭐⭐⭐

 

Emma Onofri è una ragazza qualunque, con una famiglia amorevole e una vita invidiabile a Roma. La sua esistenza, però, viene stravolta quando i suoi genitori la costringono ad andare a Tiepole, un paesino alle porte di Roma, per la morte del nonno Achille Pagliari. La ragazza, ignara del suo destino, si ritrova in un paesino isolato con abitanti che le rivolgono sguardi ostili e sprezzanti. Capisce presto, però, perché:

Achille Pagliari aveva perso la vita proprio al ventesimo anno dalla morte di Marta Vasselli, durante il leggendario ritorno della sua discendente.

Lei è la famigerata nipote di Marta Vasselli, la strega più odiata e temuta di tutta Tiepole, ma è veramente la sua discendente, colei che erediterà il suo potere e porterà avanti il suo lavoro? Tra misteri, segreti e non detti, Emma si ritrova in un mondo completamente diverso da quello di Roma, circondata per lo più dai cosiddetti "maledetti": Lorenzo Della Valle, Christian Costantini, Valerio Piovani, Empiréa Stefanelli e Leonardo Basile. Coloro che prima la odiavano senza conoscerla diventeranno presto la sua nuova famiglia, la sua vita, la sua unica protezione. Sarà veramente Emma la discendente di Marta oppure la maledizione colpirà anche lei? Scopritelo leggendo questo meraviglioso Urban Fantasy tutto italiano!

 

Ho iniziato questo libro con molte aspettative, avendolo sentito spesso ed essendo famoso per il genere, ma non pensavo mi avrebbe catturata completamente. La storia parte fin da subito, immergendo immediatamente il lettore nella vita quieta e lenta di Tiepole, con descrizione di paesaggi e di ambientazioni suggestive, ricche di dettagli perfettamente coerenti con il genere presentato. In un contesto crescente di suspense, entriamo nel vivo della storia, venendo a conoscenza della maledizione, delle voci su Emma, della storia dei singoli maledetti.

« Avrei dovuto prepararti, prima di venire qui. Ti ho incastrata in questa realtà e ti ho sconvolto l'esistenza, ma la cosa peggiore è che patirai quello che ho sofferto io alla tua età. Con l'aggravante che tu non potrai scappare, perché sei stata condannata e io non posso fare niente per impedirlo. »

Laura Pagliari, la madre di Emma, nasconde più di quanto dica, tutti sanno più di quanto mai Emma possa scoprire da sola, ma sappiamo che i segreti prima o poi vengono a galla. C'è un medaglione che amplifica i sensi dei ragazzi maledetti e che innesca la loro maledizione prepotentemente. Valerio Piovani, futuro vampiro dal carattere estroverso e spigliato, perde le staffe proprio per questo e diventa violento, attaccando i suoi amici in diverse occasioni. Christian Costantini è, invece, quello che possiamo definire una specie di licantropo, una bestia umana, ed è quello che inizialmente odia Emma più di chiunque al mondo, ma è anche coraggioso, leale ed enigmatico. Lorenzo Della Valle, leader dall'animo sensibile, non sa ancora quando e come la sua maledizione esploderà. Empiréa Stefanelli, pura, dolce e ultima in vita tra i maledetti, è, invece, una specie di medium.

Emma annuì. Una visione. Aveva avuto una visione. In tutta quella pazzia c'era un fondo di verità. Sentì davvero che avrebbe perso il senno.

Emma inizialmente pensava fossero tutti pazzi, pensava che andassero dietro a credenze antiche e parole perse nel vento, ma scopre ben presto che non è così. Lei è una dei maledetti e questo non potrà mai cambiare, solo il destino le farà scoprire se sarà dalla parte dei buoni o dei cattivi. L'azione è all'ordine del giorno, ci sono violenza e combattimenti, i nemici sono dietro l'angolo e Leonardo Basile, uno dei maledetti, è proprio uno tra quelli, spietato e difficile da sconfiggere. All'appello non mancano, però, emozioni positive, tra cui innamoramenti e passioni.

Quel ragazzo enigmatico, che aveva tentato di farle del male, le procurava delle sensazioni sconosciute per le quali provava timore, ma che avrebbe analizzato in un secondo momento.

Emma è forza, bellezza, lealtà, coraggio, intelligenza, furbizia e tenacia. Non vedo l'ora di vedere come affronterà questo nuovo capitolo della storia in "Imago".

Descendens a sanguine
7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page