top of page

"Tragic Lies" di L.A. Cotton


In #collaborazione con Queen Edizioni, oggi vi parlo di "Tragic Lies" di L.A. Cotton, secondo romanzo della Rixon High Series, uscito il 5 Giugno 2023. Trovate la recensione di "Off limits", primo romanzo della serie, qui.

"Tragic Lies" di L.A. Cotton

  • Numero di pagine: 427

  • Formato: Ebook

  • ISBN: /

  • Prezzo: € 3,99

  • ⭐⭐⭐⭐⭐

 
Il vetro più resistente è quello che si frantuma in più pezzi.

Peyton Myers era l'anima della festa, spontanea, genuina, sempre allegra ed estroversa, prima di trovare sua madre morta in una pozza di sangue. Nonostante la famiglia di Lily, la famiglia Ford, l'abbia accolta come una figlia, Peyton si sente smarrita, sola tra la gente e come se nessuno possa amarla. C'è Bryan che non smette di ronzarle attorno, ci sono Lily e Ashleigh che le stanno sempre vicino e la spronano ad andare avanti, ma tutto le sembra diverso, come se fosse in un brutto incubo. Si ritrova in riva al fiume Susquehanna, di notte, si butta nell'acqua gelida. E qualcuno la salva.

Quella notte non avevo cercato di essere un eroe; avevo compiuto quello che avrebbe fatto qualsiasi persona con un briciolo di dignità. Eppure, avevo riconosciuto il modo in cui mi aveva guardato poco prima: un fottuto sguardo estasiato. E io non volevo essere il cavaliere bianco di nessuno. Soprattutto non il suo.

Xander Chase si è sempre sentito fuori posto, ha avuto un'infanzia di perdite e ha anche un pessimo rapporto con il fratello Cameron, ma ha un'occasione quando gli viene offerto un posto come coach della squadra dei Rixon Raiders insieme al papà di Lily, Jason Ford, uno dei migliori amici proprio del fratello Cameron. Xander affronta i propri demoni bevendo e fumando ed è proprio dopo una pessima serata che si ritrova a salvare Peyton da un gesto sconsiderato, da qualcosa che avrebbe potuto cambiare il destino dei due per sempre.

Non perché mi fossi mai aspettata che sarebbe successo qualcosa tra di noi, non ero così illusa; ma perché, per la prima volta in vita mia, qualcuno mi aveva vista. La vera me, persa, imperfetta e spaventata. Xander aveva visto il mio lato più vulnerabile e di questo ero terrorizzata.

Xander salva Peyton, Peyton salva Xander. Ma i due hanno più di dieci anni di differenza, lei frequenta ancora il liceo. E' vero che entrambi hanno due vite alle spalle fatte di cicatrici e dolori, ma hanno anche due percorsi ben diversi: mentre Peyton si riaffaccia alla vita, creandosi passo per passo il proprio futuro, Xander non ha obiettivi, non sa cosa farà della propria vita. La chimica li spinge l'uno verso l'altro, ma non è solo quello, c'è molto di più. E' una storia impossibile, complicata, e Xander non è coraggioso, al contrario di Peyton. Chissà se Xander rimarrà il salvatore della ragazza o diventerà il suo peggior incubo.

 

A volte, l'amore non segue le regole, Peyton. Spesso è caotico, crudo e implacabile; può farci male, addirittura spezzarci. Ma quando trovi il giusto tipo di amore, quello per cui vale la pena lottare, non dovresti mai lasciarlo andare.

Attendevo con euforia e pazienza il secondo volume di questa serie e le mie aspettative non sono state tradite, anzi, ho trovato questo libro veramente profondo, coinvolgente, a tratti addirittura commuovente ed emozionante, come pochi romanzi riescono ad essere. L'autrice continua a stupirmi in positivo, questo è il quinto che leggo e il suo modo di scrivere sembra cucito perfettamente sulla storia che vuole raccontare, sa essere tagliente quando c'è bisogno di essere tagliente, profonda in caso di scene più importanti, romantica e "gentile" quando invece la storia necessita di altro. Nel caso di questo romanzo, la storia d'amore risulta travagliata certo, ma sembra anche impossibile.

Ero spaventato a morte. Non avevo mai conosciuto nessun altro di così simile a me, qualcuno condannato al tormento di pensieri oscuri e traumi emotivi continui.

Peyton è un personaggio che avevamo già conosciuto in parte nel primo romanzo e avevamo già un quadro completo: padre assente, direi inesistente, e madre tossicodipendente, capace soltanto di prostituirsi in cambio di una dose e di trattare la figlia come spazzatura. Per questi motivi, vedevamo la ragazza già molto presente nella vita della famiglia Ford, nella vita di Lily soprattutto. La sua già difficile esistenza viene fortemente scossa dal suicidio di sua madre, il cui cadavere è stato trovato proprio dalla figlia. Peyton affronta il tutto chiudendosi a riccio, fino a quello che tutti pensano sia il suo tentato suicidio.

Non ero abituata a sentirmi male per colpa dei miei sentimenti. Di solito, ero in grado di controllarli: li raggruppavo, come faceva un cowboy con il suo gregge. Ma quella volta era diverso.

Grazie all'intervento di Xander, Peyton riesce a sopravvivere e ricomincia a vivere, ma non riesce a scrollarsi di dosso l'idea che è stato proprio il destino a portare l'uomo lì quella sera, a salvarla. Prova ad avvicinarlo più volte, tentando di spiegarsi e di capire se quel legame che sente dentro è solo suo, lo sente soltanto lei. Lui l'allontana, è veramente sgarbato e arrogante nella prima parte del romanzo, ma leggendo il suo punto di vista capiamo fin da subito che è semplicemente una corazza, una mancanza di autostima cresciuta nel tempo e presente fin dall'infanzia, oltre al problema evidente della differenza d'età che lo blocca.

Dare il mio cuore a qualcuno non faceva parte di alcun piano.

Peyton prova a crepare quel muro di indifferenza creato da Xander e ci riesce, dopo vari tentativi, acquistando sempre più fiducia in sé stessa. E mentre Peyton sboccia, inizia a crearsi il suo percorso di vita al di là della madre, al di là delle sue ferite e del suo passato, Xander inizia a provare speranza per la prima volta: speranza in un futuro felice e innamorato, speranza per un lavoro che lo soddisfa, che gli piace, speranza per una vita migliore. Ma si sa, le bugie hanno le gambe corte e la loro relazione è impossibile per ciò che entrambi rappresentano: lei una liceale non ancora maggiorenne, lui praticamente un insegnante del liceo. Un po' stile Aria-Ezra di Pretty Little Liars, per intenderci, ma sicuramente con più drammi alle spalle.

Perché sembrava così tanto la cosa giusta? Perché pareva lei la cosa giusta?

I due sono accomunati da un passato simile, pieno di sofferenze, di solitudine, di ombre. Il passato di Peyton lo conosciamo, grazie anche al primo volume della serie, ma quello di Xander è altrettanto difficile. Orfano di madre già a otto anni a causa di una lunga malattia, perde anche il padre a circa undici anni e rimane con il fratello Cameron, più grande di lui di diversi anni e con una relazione importante già avviata. Non voglio dirvi troppo della storia di Xander, scoprirete tutto man mano, vi basta sapere che è e si sente un'anima sola, persa, ferita, e trova in Peyton un'anima simile alla sua, una più luminosa e libera.

Ma non potevo farci niente, ero attratto da lei. Ero abbastanza uomo da ammetterlo. Peyton mi intrigava, e non solo perché era più bella e più matura degli anni che portava: erano le ombre nei suoi occhi, l'oscurità che cercava così duramente di seppellire.

In questo romanzo vengono trattati temi importanti come quelli del suicidio o del tentato suicidio, ma c'è una scena veramente spiazzante ed emotivamente pesante sul tema dell'autolesionismo. Non consiglio questo romanzo ai deboli di cuore, a chi non ama le storie tra persone con molti anni di età, a chi non ama le storie tragiche e difficili. Perché è questo il riassunto di questo romanzo: è una storia tra due persone ferite, colpite da tragedie indipendentemente dalle loro azioni, tragedie diverse ma comunque segnanti.

Qualunque cosa fosse, ormai ne avevo avuta la conferma. Xander ed io eravamo uguali. Le nostre storie non erano identiche, ma chi eravamo, chi eravamo diventati dopo tutto, sì.

Ci sono anche tanti messaggi positivi all'interno del romanzo, tanti spunti di riflessione importanti, come quello dell'aiuto psicologico in caso di trauma o l'importanza di una famiglia, non per forza quella di sangue, di persone che si prendono cura della persona ferita, che la supportano e cercano di capirla e di capire i suoi tempi. In questo romanzo il tema dell'amicizia, oltre quello dell'amore che supera ogni ostacolo, è centrale e si può trovare nella relazione che coinvolge certo Peyton e Lily, ma anche Peyton e Bryan, un personaggio che sicuramente meritava di più.

Perché quando non scatta la fiamma, non c'è nulla da fare.

Arriviamo alla fine della storia di Peyton e Xander con qualche lacrima, con tanta speranza e tanta attesa, ma non vi svelerò il loro epilogo. Per quanto riguarda per l'esattezza il finale di questo libro, posso solo dirvi che è sconvolgente e lascia l'amaro in bocca, aprendo la strada a un romanzo successivo della serie.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page